Ago 31, 2014
1.703 note
animus-inviolabilis:

Adam Naming the Beasts (Detail)
William Blake
1810

animus-inviolabilis:

Adam Naming the Beasts (Detail)

William Blake

1810

(via helloagauniverse)

Ago 31, 2014
3 note
Ago 31, 2014
6 note

Ulteriori motivi per cui i poeti mentono

Perché l’attimo
in cui la parola felice
si esprime,
non è mai l’attimo felice.
Perché all’assetato la sete
non consente di pronunciarla.
Perché in bocca al proletariato
la parola proletariato non compare.
Perché colui che dispera
non ha voglia di dire:
«Sono un disperato».
Perché orgasmo e Orgasmo
non sono compatibili tra di loro.
Perché il moribondo, lungi dal dichiarare:
«Adesso muoio»,
non emette che un sordo rantolo,
a noi incomprensibile.
Perché sono i vivi
che rompono i timpani ai morti
con le loro angosciose notizie.
Perché le parole vengono troppo tardi,
o troppo presto.
Perché di fatto è un altro,
sempre un altro,
colui che parla,
e perché quello
di cui si sta parlando
tace.

Hans Magnus Enzensberger

Ago 31, 2014
810 note
magictransistor:

The Alchemist who has Achieved Illumination. Zoroaster Clavis Artis, MS Verginelli-Rota. 1737.

magictransistor:

The Alchemist who has Achieved Illumination. Zoroaster Clavis Artis, MS Verginelli-Rota. 1737.

Ago 31, 2014
323 note
les-sources-du-nil:

Saul Leiter
"The Young Violonist" (Young nude on bed, reflected in mirrors), 1967

les-sources-du-nil:

Saul Leiter

"The Young Violonist" (Young nude on bed, reflected in mirrors), 1967

(Fonte: thefairgoer.com, via helloagauniverse)

Ago 31, 2014
9.394 note
avdunstar:

How to Hold Hands 
scan from a japanese “Young Person’s Sexual Guide”

avdunstar:

How to Hold Hands 

scan from a japanese “Young Person’s Sexual Guide”

(via mailbuiosipuocolorare)

Ago 31, 2014
82 note
[…] Perché non per astratto ragionamento, ma per un’esperienza che brucia attraverso tutta la mia vita, per una adesione innata, irrevocabile, del più profondo essere, io credo, Tullio, alla poesia. E vivo della poesia come le vene vivono del sangue. Io so che cosa vuol dire raccogliere negli occhi tutta l’anima e bere con quelli l’anima delle cose e le povere cose, torturate nel loro gigantesco silenzio, sentirle mute sorelle al nostro dolore. […]
Antonia Pozzi, dalle Lettere a Tullio Gadenz (via luomocheleggevalibri)

(Fonte: inthemoodtodissolveinthesky, via luomocheleggevalibri)

Ago 31, 2014
8 note
Ago 31, 2014
2 note
Ago 31, 2014
2 note
La Parola del Giorno

La Parola del Giorno

Ago 24, 2014
0 note

Flaming Tunes- Restless Mind

Ago 24, 2014
1 nota
My Weariness of Epic Proportions
I like it when
Achilles
Get killed
And even his buddy Patroclus-
And that hothead Hector-
And the whole Greek and Trojan
Jeunesse dorée
And more or less
Expertly slaughtered
So there’s finally
Peace and quiet
(The gods having momentarily
Shut up)
One can hear
A bird sing
And a daughter ask her mother
Whether she can go to the well
And of course she can
By that lovely little path
That winds through
The olive orchard
 
Stufo di proporzioni epiche
Mi piace quando 
Achille
viene ucciso
e anche il suo compagno Patroclo-
e quella testa calda di Ettore-
e quando tutta la jeunesse dorée
greca e troiana
con maggiore o minore
perizia è trucidata
così che infine
regnano pace e quiete
(gli dèi per un istante
tengono il becco chiuso)
si può sentire
un uccello cantare
e una figlia chiedere alla madre
se può andare al pozzo
e lei, certo, può andarci
per quel grazioso sentiero
che serpeggia
nel boschetto di ulivi
da Austerità, Charles Simic
Ago 24, 2014
1 nota

Il pianeta verde, Coline Serreau

Ago 24, 2014
8 note

“Si può essere stanchi del mondo – stanchi dei re della preghiera, dei re della poesia, i cui rituali sono un intrattenimento umano e gradevole, ma assolutamente irritante perché non hanno alcuna realtà – mentre la realtà in sé continua a essere molto preziosa. Il desiderio è di intravedere degli squarci di reale. Dio è un’immensità, mentre questa malattia, questa morte che è in me, questo piccolo evento pedestre circoscritto entro confini tanto precisi, è semplicemente reale, privo di miracoli – o di istruzioni”.

Arold Brodkey, Questo buio feroce

Ago 24, 2014
2 note

(Fonte: Spotify)

Navigare
« Al passato Pagina 1 di 347
Su di me